Casa Generalizia

Contatti

Lorem Ipsum XX
111111 Città

T +39 023 456789

E info@sfeb.com

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit, sed diam nonummy nibh euismod tincidunt ut laoreet dolore magna aliquam erat volutpat. Ut wisi enim ad minim veniam, quis nostrud exerci tation ullamcorper suscipit lobortis nisl ut aliquip ex ea commodo consequat.

Storia

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit, sed diam nonummy nibh euismod tincidunt ut laoreet dolore magna aliquam erat volutpat. Ut wisi enim ad minim veniam, quis nostrud exerci tation ullamcorper suscipit lobortis nisl ut aliquip ex ea commodo consequat. Duis autem vel eum iriure dolor in hendrerit in vulputate velit esse molestie consequat, vel illum dolore eu feugiat nulla facilisis at vero eros et accumsan et iusto odio dignissim qui blandit praesent luptatum zzril delenit augue duis dolore te feugait nulla facilisi.

Opera attuale

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit, sed diam nonummy nibh euismod tincidunt ut laoreet dolore magna aliquam erat volutpat. Ut wisi enim ad minim veniam, quis nostrud exerci tation ullamcorper suscipit lobortis nisl ut aliquip ex ea commodo consequat. Duis autem vel eum iriure dolor in hendrerit in vulputate velit esse molestie consequat, vel illum dolore eu feugiat nulla facilisis at vero eros et accumsan et iusto odio dignissim qui blandit praesent luptatum zzril delenit augue duis dolore te feugait nulla facilisi.


Istituto Santa Elisabetta

Contatti

Lorem Ipsum XX
111111 Città

T +39 023 456789

E info@sfeb.com

Storia

L’edificazione dello Statuario coincide con la storica presenza delle Suore Francescane Elisabettine Bigie fondate dal Santo Ludovico da Casoria, l’Apostolo della Carità.

Il fine dell’Istituto è chiaramente espresso nelle Costituzioni (art. 10) approvate dall’Autorità ecclesiastica il 31/05/1985:

“Il nostro Istituto… in particolare si impegna:

  1. nell’istruzione, educazione e formazione civile e cristiana della fanciullezza e della gioventù negli Asili e nelle Scuole
  2. nell’assistenza agli infermi e agli anziani, nella case di cura e di riposo
  3. nell’apostolato parrocchiale, in conformità alle direttive della Chiesa locale”

 

Il 13 Giugno 1942, la Superiora Generale, per meglio sostenere e sviluppare l’attività apostolica, trasferì dalla Casa di Assisi Suor Scolastica Pellegrino, maestra elementare, nominandola Superiora della Casa, la quale al mattino insegnava presso la Scuola Statale e al pomeriggio impartiva lezioni ai bambini della Borgata. Essa era coadiuvata da altre sette sorelle che si dedicavano alla Scuola Materna, al laboratorio per le ragazze e agli infermi.

Durante la terribile II Guerra Mondiale e precisamente nel mese di Febbraio 1944, i Tedeschi occuparono la Borgata e, entro tre ore, le Suore furono costrette ad abbandonare la Casa trovando rifugio presso le Suore Agostiniane dove continuarono ad insegnare privatamente e ad assistere a domicilio gli ammalati.

Dopo sei mesi le Suore tornarono nella loro Casa allo Statuario e la trovarono spoglia di tutto: dei letti, dei mobili e di ogni altro arredamento.

La Superiora Suor Scolastica Pellegrino, dotata di notevoli qualità religiosi e di capacità organizzative, grazie all’aiuto di un Cappellano dell’esercito Tedesco, ottenuto dal Comando Generale Germanico un contributo per i danni subiti, riparò la Casa, l’arredò, e ripristinò la Cappella, in modo che i fedeli poterono partecipare ai Sacramenti.

Intanto i genitori della borgata facevano pressione presso i Superiori perché provvedessero ad erigere anche una Scuola Elementare.

Nell’anno 1949/1950 essa divenne una realtà con le dovute approvazioni delle Autorità scolastiche e Religiose.

Da allora le Suore continuano a svolgere la loro attività scolastica cercando di offrire il loro servizio nello spirito degli insegnamenti del loro Fondatore.

Opera attuale

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit, sed diam nonummy nibh euismod tincidunt ut laoreet dolore magna aliquam erat volutpat. Ut wisi enim ad minim veniam, quis nostrud exerci tation ullamcorper suscipit lobortis nisl ut aliquip ex ea commodo consequat. Duis autem vel eum iriure dolor in hendrerit in vulputate velit esse molestie consequat, vel illum dolore eu feugiat nulla facilisis at vero eros et accumsan et iusto odio dignissim qui blandit praesent luptatum zzril delenit augue duis dolore te feugait nulla facilisi.


Noviziato

Contatti

lorem

T +39 023 456789

E info@sfeb.com

Storia

CASA DI NOVIZIATO A ROMA

Sorge in via al Quarto Miglio – Roma. II  20 febbraio 1965 ci fu il rito della posa della prima pietra, benedetta da Mons. Virgilio Caselli, del Vicariato di Roma, e  dopo circa un anno, il 2 febbraio 1966, sua Ecc. Mons.  Giovanni Canestri, Vescovo ausiliare del Cardinale Vicario di Roma, consacrava l’altare e la cappella. II giorno successivo Mons. Virgilio Caselli benediceva l’intero stabile. Nello stesso anno, nella nuova Casa di Noviziato, costruita con criteri convenienti per una adatta formazione religiosa, venivano trasferite le novizie,  fino allora  alloggiate  nei  locali  della  Casa Generalizia, in Via Marsico Nuovo. Superiora della nuova cornunita veniva nominata 

Dal 2 agosto 1966, festa dell’Indulgenza della Porziuncola, con la vestizione di tre postulanti, la Casa di Noviziato cominciò a  svolgere  la  sua  funzione  formativa  a  piu vasto raggio: preparazione accurata delle giovani all’ingresso al Noviziato, alla Professione Temporanea e alla professione  Perpetua. Dopo numerose vocazioni italiane, nel 1976, quattro giovani panamensi entravano in Noviziato. Le prime sei indiane arrivarono  nel 1984, e dopo una adeguata formazione iniziale, nel 1986 emettevano la loro Professione Temporanea. 

Anche dalle Filippine il Signore ci inviò delle giovani che dopo una prima formazione ricevuta nel loro paese, hanno continuato qui in Italia, il percorso di discernimento e formazione che le ha portate ad emettere i primi voti. Le prime indonesiane invece, iniziarono il loro cammino formativo il 10 giugno 2005.

La casa di noviziato ha funzionato come casa- studentato, delle suore che frequentavano le varie discipline: la scuola magistrale, la musica e la liturgia, il corso infermieristico, arricchendo la comunità formativa della loro presenza. Per diversi anni questa casa ha ospitato anche le juniores, organizzando delle giornate di formazione, confrontando le loro esperienze con le competenze dei diversi relatori.

Opera attuale

La Casa di Noviziato a Roma è stata ininterrottamente allietata dalla presenza delle novizie e juniores italiane o provenienti dall’ America Latina, dall’lndia, dalle Filippine e dall’Indonesia. Sono state guidate nelle diverse tappe della formazione dai frati francescani, nella direzione spirituale e nei momenti di incontri formativi.

Le novizie durante i due anni di permanenza al Noviziato, seguono un programma di formazione a livello della Congregazione. Trascorrono la loro vita tra preghiera personale e comunitaria per favorire un’ esperienza più diretta di Dio, studio, lavori manuali. Si impegnano a conoscere ed approfondire il carisma e  la storia del fondatore e dell’Istituto, la spiritualità francescana e la regola e le Costituzioni proprio delle Suore Francescane Elisabettine Bigie. Nonostante un tempo forte di preparazione alla consacrazione a Dio, anche nella parrocchia partecipano attivamente nell’animazione eucaristica, nella condivisione dell Parola con il Gruppo del Vangelo, e qualche esperienze sporatica di  vicinanza e  di servizio con i poveri, già assistiti da altre Congragazioni. Nel secondo anno vediamo le novizie in diverse opere di carità, alle missioni popolari, alla pastorale giovanili ecc…

Partecipano alle iniziative del Morefra, del vicariato, vivendo anche dei momenti di fraternità, di festa. Al corso formativo annuale dell ’USMI, seguono lezioni come Sacra scrittura, Teologia morale, Spirituale, Teologia della vita consacrata, Mariologia, Liturgia, Pscicologia e altre ancora. Qui hanno l’opportunutà di conoscere i carismi di diversi istituti e vivono un clima di fraternità e di famiglia tra le novizie di vari Istituti. 


Cassa Ospizio Marino di Posillipo

Contatti

Lorem Ipsum XX
111111 Città

T +39 023 456789

E info@sfeb.com

Storia

L’edificazione dello Statuario coincide con la storica presenza delle Suore Francescane Elisabettine Bigie fondate dal Santo Ludovico da Casoria, l’Apostolo della Carità.

Il fine dell’Istituto è chiaramente espresso nelle Costituzioni (art. 10) approvate dall’Autorità ecclesiastica il 31/05/1985:

“Il nostro Istituto… in particolare si impegna:

  1. nell’istruzione, educazione e formazione civile e cristiana della fanciullezza e della gioventù negli Asili e nelle Scuole
  2. nell’assistenza agli infermi e agli anziani, nella case di cura e di riposo
  3. nell’apostolato parrocchiale, in conformità alle direttive della Chiesa locale”

 

Il 13 Giugno 1942, la Superiora Generale, per meglio sostenere e sviluppare l’attività apostolica, trasferì dalla Casa di Assisi Suor Scolastica Pellegrino, maestra elementare, nominandola Superiora della Casa, la quale al mattino insegnava presso la Scuola Statale e al pomeriggio impartiva lezioni ai bambini della Borgata. Essa era coadiuvata da altre sette sorelle che si dedicavano alla Scuola Materna, al laboratorio per le ragazze e agli infermi.

Durante la terribile II Guerra Mondiale e precisamente nel mese di Febbraio 1944, i Tedeschi occuparono la Borgata e, entro tre ore, le Suore furono costrette ad abbandonare la Casa trovando rifugio presso le Suore Agostiniane dove continuarono ad insegnare privatamente e ad assistere a domicilio gli ammalati.

Dopo sei mesi le Suore tornarono nella loro Casa allo Statuario e la trovarono spoglia di tutto: dei letti, dei mobili e di ogni altro arredamento.

La Superiora Suor Scolastica Pellegrino, dotata di notevoli qualità religiosi e di capacità organizzative, grazie all’aiuto di un Cappellano dell’esercito Tedesco, ottenuto dal Comando Generale Germanico un contributo per i danni subiti, riparò la Casa, l’arredò, e ripristinò la Cappella, in modo che i fedeli poterono partecipare ai Sacramenti.

Intanto i genitori della borgata facevano pressione presso i Superiori perché provvedessero ad erigere anche una Scuola Elementare.

Nell’anno 1949/1950 essa divenne una realtà con le dovute approvazioni delle Autorità scolastiche e Religiose.

Da allora le Suore continuano a svolgere la loro attività scolastica cercando di offrire il loro servizio nello spirito degli insegnamenti del loro Fondatore.

Opera attuale